La pubblicità online e il marketing digitale

La pubblicità online e il marketing digitale

10 Luglio 2018 13:00 14:45
  • Le evoluzioni del media Internet e del panorama italiano degli investimenti pubblicitari
  • Pubblicità Display, Pubblicità associata alla ricerca, Re-targeting, Video marketing
  • Out-bound marketing: la generazione di contatti commerciali online. Il pay-per-click e i link sponsorizzati. Gli strumenti di efficienza nella gestione delle campagne pubblicitarie sui motori di ricerca.
  • Content marketing e Led nurturing: creare e distribuire contenuti di qualità per coinvolgere e fidelizzare un’audience definita.
  • L'e-mail marketing: come usare al meglio newsletter e comunicazioni aziendali (per percorrere al meglio il ciclo di vita di un cliente). Perché il mondo del lusso online produce vendite grazie alle newsletter
  • Come realizzare landing page efficaci e rilevanti
  • Campagne social media

Esercitazione:
creiamo, pianifichiamo e analizziamo i ritorni di una campagna di lead generation.

La pubblicità online e il marketing digitale

In primo piano dal blog
I termini SEO più in voga nel 2018
I termini SEO più in voga nel 2018

La sempre più forte attenzione di Google nei confronti della user experience, spinge la comunità SEO a porre maggior attenzione all’esperienza complessiva che offre un sito e a come il contenuto interagisce con i visitatori.

Terza rivoluzione tecnologica e Blockchain: stiamo per vivere una "trasformazione dolorosa"?
Terza rivoluzione tecnologica e Blockchain: stiamo per vivere una "trasformazione dolorosa"?

Jack Ma di Alibaba parla di una trasformazione dolorosa (paradossalmente in senso positivo) dal punto di vista sociale ormai alle porte; in questo articolo esaminiamo il tema blockchain, probabilmente l'innovazione più dirompente nella trasformazione digitale in corso.

2018: i buoni propositi per il marketing
2018: i buoni propositi per il marketing

Come dobbiamo cambiare il nostro approccio verso i potenziali clienti? Il marketing in uscita è ancora per la maggior parte a rischio spamming. Racchiude azioni che rientrano in tecniche di pubblicità irrilevante e altre tattiche dannose sia per il business che per il cliente, e non rappresenta di sicuro un modello da seguire per i mesi a venire.