I social media per vendere online

I social media per vendere online

6 Aprile 2018 09:30 17:30

Social media: definire (la strategia più efficace) una strategia per il proprio sito e-commerce efficace e coerente con il brand e il posizionamento competitivo.

L’ascolto della Rete: strategie, strumenti, gestione dei commenti critici

Definire un Piano editoriale con contenuti rilevanti e di interesse per il target di riferimento

Quali canali social sfruttare nei principali mercati per sostenere le vendite online?

Focus sulle piattaforme:

  • Facebook e Edgerank: (elaborazione di un piano editoriale e) valutazione dei post sulla base dell’algoritmo
  • Youtube, Instagram e il contenuto acquistabile
  • Twitter: uno strumento di business o di assistenza clienti? L’uso di Twitter per le relazioni pubbliche e il legame con gli influenzatori.

Esercitazione: lancio del project work su casi di studio aziendali

I social media per vendere online

Argomenti

Sede

In primo piano dal blog
I termini SEO più in voga nel 2018
I termini SEO più in voga nel 2018

La sempre più forte attenzione di Google nei confronti della user experience, spinge la comunità SEO a porre maggior attenzione all’esperienza complessiva che offre un sito e a come il contenuto interagisce con i visitatori.

Terza rivoluzione tecnologica e Blockchain: stiamo per vivere una "trasformazione dolorosa"?
Terza rivoluzione tecnologica e Blockchain: stiamo per vivere una "trasformazione dolorosa"?

Jack Ma di Alibaba parla di una trasformazione dolorosa (paradossalmente in senso positivo) dal punto di vista sociale ormai alle porte; in questo articolo esaminiamo il tema blockchain, probabilmente l'innovazione più dirompente nella trasformazione digitale in corso.

2018: i buoni propositi per il marketing
2018: i buoni propositi per il marketing

Come dobbiamo cambiare il nostro approccio verso i potenziali clienti? Il marketing in uscita è ancora per la maggior parte a rischio spamming. Racchiude azioni che rientrano in tecniche di pubblicità irrilevante e altre tattiche dannose sia per il business che per il cliente, e non rappresenta di sicuro un modello da seguire per i mesi a venire.